YAMZO [OZMAI]
“In una certa misura, lo sviluppo di uno stile artistico individuale può ora essere compreso e replicato da AI. All'inizio manca la "narrativa", cioè la storia dell'artista, ma può già offrire un'ottima fonte di ispirazione per gli artisti di oggi." (YAMZO, 2021)

Im OZM HAMMERBROOKLYN non c'è solo l'arte analogica di cui meravigliarsi. Ancora un po' in secondo piano e forse non immediatamente riconoscibile a prima vista, c'è un uomo che lavora nella mostra che si occupa di concetti artistici digitali innovativi che stabiliscono nuovi standard per l'arte e area culturale. Stiamo parlando di Janis alias YAMZO. Dallo scorso anno (2020) arricchisce il team così come la mostra con le sue idee e implementazioni e così prende occupando un'area che prima era così im OZM non ha dato. Questo apre per l'azienda i designer dell'istituto d'arte ma anche nuovi promettenti per i visitatori prospettive e opzioni. Molti dei progetti di YAMZO sono progetti congiunti con altri Attori e potrebbe volerci del tempo prima di loro complessità e la spesa finanziaria saranno completamente visibili e tangibili. Ma quello L'attesa varrà la pena.

YAMZO studiò informatica, conseguì prima il diploma e poi il dottorato e ha lavorato come postdoc. Le sue esperienze durante le sue occupazioni con la biometria e AI (Intelligenza Artificiale) acquisite negli anni confluiscono ora in diversi progetti innovativi per das OZM con un. Ma prima che questi siano il fulcro, qualcosa viene prima remato indietro e altri aspetti vengono approfonditi per iniziare e comprendere il tema digitale poco da facilitare. Quindi cosa significa effettivamente AI? Cosa si intende per creatività ed è Affrontare artisticamente digitalità e tecnologia? Dal momento che il tema dell'IA è molto ampio è e ci porterebbe troppo lontano per descrivere tutto ciò che riguarda esso Le sottoaree sono focalizzate.

Sotto il termine "intelligenza artificiale", nota anche come "intelligenza artificiale" ("AI" o "AI"), ci sono diverse definizioni nella scienza che possono essere grosso modo suddivise in due filoni: da un lato, l'IA come campo interdisciplinare di ricerca che analizza, mappa, simula o addirittura replica l'intelligenza umana (o più in generale naturale) ei processi cognitivi utilizzando metodi computerizzati, logici e scientifici. D'altra parte, l'IA come area o tecnica o tecniche specifiche di sviluppo del software può essere attribuita all'informatica. Al momento è difficile definire concretamente il termine AI, poiché viene utilizzato in vari ambiti che non hanno nulla a che fare tra loro. Il lavoro scientifico con l'intelligenza artificiale iniziò già negli anni '1950 e '1960. Dopo alcuni anni di ricerche non molto approfondite, è tornato ad essere un argomento popolare nella scienza e nell'industria dalla metà degli anni '1990.

Grazie a ulteriori sviluppi clamorosi, può essere trovato anche nel dibattito pubblico. Soprattutto in combinazione con i big data, ovvero la possibilità di archiviare ed elaborare grandi set di dati, da allora l'IA ha migliorato i processi di produzione e logistica e si è fatta strada nella nostra vita quotidiana. Ci sono numerose aspettative e paure associate all'IA. Alcuni di questi presuppongono una prevista trasformazione degli umani in una nuova specie tecnologicamente superiore o la resa degli umani a una "superintelligenza" onnicomprensiva.

Da qualche anno l'intelligenza artificiale viene sempre più utilizzata anche nell'ambito di diversi generi artistici. Nel campo dell'arte, ma anche oltre, una domanda in particolare è molto dibattuta, ovvero se un'IA possa essere creativa. Progetti come Next Rembrandt o Unfinished Symphony di Beethoven sfidano la comprensione che spesso abbiamo dell'arte. In entrambi i progetti è stata creata un'opera d'arte con l'aiuto di un'IA. Next Rembrandt è un dipinto che rispecchia fedelmente lo stile artistico di Rembrandt, facendolo sembrare dipinto di sua mano. Nell'altro progetto, la decima sinfonia di Beethoven è stata completata da un'IA formata da esperti ed esperti di musica. Quindi una macchina tecnica o un software che dipendono dal know-how e dalla formazione delle persone possono essere creativi? Non c'è una risposta "giusta" a questo, perché dipende sempre da cosa intendi per creatività e arte. sono ad es. Ad esempio, i sentimenti e la consapevolezza di creare qualcosa e l'orientamento verso un determinato obiettivo sono requisiti fondamentali per creare arte? Nelle discipline umanistiche, la creatività è la capacità di creare nuovi, per realizzare idee, prodotti o azioni sorprendenti, fantasiosi e di valore. Sarebbe l'IA poi non mancano per le caratteristiche di effetto sorpresa e novità, in quanto sostanzialmente "solo" può produrre cose che i programmatori le insegnano in anticipo? O non è così anche se teoricamente tutto si può calcolare con un'IA, il risultato non è dovuto a qualcosa di nuovo nonostante tutto può stupire? Oppure l'IA dovrebbe essere intesa solo come uno strumento, come a Bomboletta spray usata dall'artista per creare una creazione? Con l'arte generata dall'IA, sorge anche la domanda su chi sia l'autore (artista) di a funziona è. La macchina, ovvero il programma o il programmatore che ha sviluppato l'IA o gli artisti che fungono da modelli per il programma? A questo proposito, il tecnico L'imitazione o la copia dell'arte esistente è anche l'arte stessa? Non perdere l'opera d'arte nel momento in cui riproduce la sua "aura" poiché si perde la sua unicità e la sua storia camminare? Dall'emergere della fotografia e del cinema, la visione dell'arte e dei suoi La ricezione è cambiata, perché da quel momento in poi sono state possibili ottime riproduzioni. tramite la La digitalizzazione e l'IA sono ormai copie (quasi) perfette di musica, immagini o Documenti di testo possibili, in modo che in realtà non sia più possibile distinguere tra l'originale e riproduzione di un'opera d'arte (digitale). Ora, se l'IA ce lo permette creare e perfezionare costantemente l'arte con la semplice pressione di un pulsante, per così dire, poi passa attraverso il L'unicità ha perso anche l'autenticità di un'opera d'arte? Ci sono molte domande che sorgono in relazione all'IA e ai processi digitali connessi all'art. Questi non si applicano non solo la nostra comprensione dell'arte e se l'IA può essere creativa, ma anche il fatto come guardiamo e percepiamo l'art. Indipendentemente dal fatto che alle domande venga mai risposto con un semplice "sì" o "no". sono dubbiosi e, se non del tutto, solo il tempo lo dirà.

Ma torniamo ai progetti artistici che YAMZO im OZM HAMMERBROOKLYN tracciato. Quella aspirazione principale che sta al di sopra di tutte e nella quale confluiscono tutte le altre realizzazioni digitali sarà incluso, prevede di trasformare la mostra in un'opera d'arte intelligente. Questo è supportato da un'IA interna che OZMAI chiamato. Ciò significa che OZM HAMMERBROOKLYN è concepito come un lavoro intelligente, percettivo e sensibile che dovrebbe agire sugli artisti e sui visitatori in futuro. A seconda di come il progetto si svilupperà, diventerà chiaro come il digitale influisca già sulla nostra percezione dello spazio pubblico cambiato e si è insediato nella nostra coscienza quotidiana. Il focus qui dovrebbe includere anche il Aumentare la consapevolezza di argomenti come la geolocalizzazione, la biometria e l'acquisizione, ad es. B. Fotocamere e I droni sono in piedi perché ci osservano in città, oltre che sul web. Inoltre, in collaborazione con vari esperti, un ampio Database di conoscenze su graffiti, street art e urban art creato, in cui l'IA OZM HAMMERBROOKLYN, possono accedere per trasferire questo capitale intellettuale. Lo farà essere emozionante vedere quali connessioni traggono da questo e quali contesti ne derivano rivelerà. Dovrebbe esserlo anche in futuro OZMAI tipo di opere d'arte generate che poi non solo può essere visualizzato, ma deve anche interagire con le persone.

Un altro progetto è un'app che è attualmente in fase di test interno. il suo nome è Bussola dei graffiti. Chiunque ne faccia richiesta può prendere parte al processo di test e quindi utilizzare l'app scarica dal Play Store. Nell'app è possibile caricare foto di graffiti da uno spazio locale volere. L'IA verifica quindi se si tratta davvero di graffiti. Se è così, l'immagine sul server di OZMviene inoltrato. Inoltre, il luogo in cui è stato visto il graffito può essere a una breve descrizione e una valutazione fatta e caricata dall'utente volere. L'immagine verrà poi pubblicata sul sito di OZMs pubblicato. Molto bello su questo Il progetto è che le immagini dei graffiti in una certa misura l'aspetto, ad esempio di un distretto può riflettere. Questo può stimolare la curiosità per luoghi ancora poco conosciuti essere svegliato. L'app offre anche agli spruzzatori l'opportunità di fare la loro comparsa. Solo se i loro nomi si trovano più spesso, è evidente e rimane nella memoria. Anche attraverso quello La raccolta di immagini dall'app è un ottimo collegamento tra i luoghi d'arte all'esterno e le opere all'interno interno dell'istituto artistico OZM visualizzato e creato.

Il terzo progetto Trainwriter.AI, che di YAMZO preso vita sarà sul tetto del si possono trovare mostre. Informazioni più dettagliate sul concept, le visualizzazioni e quello attuale Lo stand può essere trovato sul sito https://onezeromore.com/ozmai-2/ai-contain-art/ Trova. In breve si tratta di essere sul tetto di OZM HAMMERBROOKLYN per installare un contenitore su cui uno schermo a LED è fissato sul lato lungo rivolto verso il percorso della S-Bahn. Una volta lì un treno lungo, il treno o le immediate vicinanze del treno vengono visualizzati sullo schermo LED in tempo reale artisticamente alienato dall'IA. I passanti in treno possono vedere questi artistici Ammira le visualizzazioni simultaneamente sullo schermo del contenitore e per un breve momento sfuggire alla routine quotidiana. Come base - o si potrebbe anche dire fonte di ispirazione - per le immagini, che l'IA usa per questo è stato finora utilizzato dalle opere di graffiti degli artisti Loomit, Darco FBI e OZ, il in OZM condizione. Ma c'è anche un'altra fonte da cui provengono le immagini dei graffiti e che l'IA utilizza per le sue rappresentazioni appositamente prodotte. Ce n'è uno ormai da qualche mese Telecamera che si trova in una finestra della mostra e, grazie all'IA, rileva se è accesa graffiti sul passaggio dei treni che entrano nella stazione centrale di Amburgo. È così i graffiti vengono registrati digitalmente e archiviati sul server. Ogni settimana il più attuale Immagini dei graffiti dai treni sul sito web https://onezeromore.com/ozmai-2/trainspotting/ regali. e YAMZO ha anche scritto un bel post sul blog sulla procedura esatta https://onezeromore.com/ozm-trainspotting/, che dà uno sguardo più da vicino.

YAMZO trae le sue conoscenze da ciò che ha già appreso e dal costante impegno con la materia Intelligenza artificiale e digitalità. La sua gestione è molto innovativa, dal momento che z. B. Software utilizzato per altri furono sviluppate aree, ma poi le trasferì nell'area dell'arte, che ne creò di nuove Aprire possibilità e contesti. Puoi vederlo nei progetti Graffiti Kompass o Trainwriter.AI. Quindi si tratta di ottenere le cose per appropriarsene, utilizzarli e modificarli in modo diverso. Questo mostra cosa è possibile. impiegare nel suo lavoro YAMZO domande ricorrenti come B: Cosa c'è dietro? Cosa puoi farci? Ci sono dei limiti e se sì, dove sono? In tale contesto Si occupa inoltre di ottimizzare l'accesso, la disponibilità e la mediazione dell'art. Che cosa puoi fare, ad esempio, in modo che ancora più persone possano vedere l'arte? O cosa puoi fare per rompere la passività di un'opera d'arte? Soprattutto la street art e i graffiti svolgono un ruolo importante in queste domande YAMZO, poiché a suo avviso non l'hanno fatto sono abbastanza presenti e non ci sono ancora molte implementazioni digitali qui. Altri generi come B. Immagini di I vecchi maestri sono stati trovati in varie app per anni. Ad esempio come Programma di elaborazione delle immagini, in cui un filtro di un dipinto noto su uno preso privatamente la foto è posizionata. La street art e soprattutto i graffiti, invece, hanno spesso forme di design piuttosto astratte, che non sono così facili da capire e da imparare nemmeno per un'IA. E c'è anche infinito molti di loro. YAMZO quindi auguri dai progetti in OZM HAMMERBROOKLYNChe attraverso di loro avviene una rete ancora maggiore tra arte, tecnologia e spazio pubblico. Ma i progetti digitali dovrebbero anche aumentare la portata dei generi graffiti e street art e suscitare ancora più interesse pubblico al riguardo. Inoltre, l'app bussola dei graffiti offrire a spruzzatori sconosciuti e artisti di strada una piattaforma su cui le loro opere possono essere visualizzate di conseguenza può essere visto in forma anonima. E, ultimo ma non meno importante, dovrebbe OZMAI anche come fonte di ispirazione per gli altri servono progetti e opere artistiche. Attraverso queste realizzazioni mostra YAMZOche il L'uso delle tecnologie digitali può sicuramente creare qualcosa di nuovo che colpisce per la sua ingegnosità e contiene momenti di sorpresa. Questo non riguarda sempre solo un oggetto, ma spesso anche il L'accoglienza, fondamentale per la percezione dell'art. Sebbene lo sia OZMAI essa istruito ad imparare dall'arte e dalla conoscenza già esistenti, ma YAMZO trasmette come Programmatori l'esistente in contesti innovativi. Che sia creativo o meno, tutti devono farlo decidi tu stesso. Ma l'arte è più della semplice creazione di un'opera. Il post-digitale L'età è ancora in aumento e le cose più incredibili arriveranno sicuramente accadere.

Swell
speciale d'arte (rivista d'arte): Street Art, Amburgo, 2014.
Sebastian Rosengrün: Introduzione all'Intelligenza Artificiale, Amburgo 2021.
wikipedia: Intelligenza Artificiale. [online] Homepage: Wikipedia – L'URL dell'enciclopedia libera: https://de.wikipedia.org/wiki/K%C3%BCnstliche_Intelligenz [Stato: 24.11.2021]
ArabicChinese (Simplified)DanishEnglishFrenchGermanHindiItalianJapaneseKoreanRussianSpanish
 © OZM gGmbH tutti i diritti riservati | 2022-12-08 HAMMERBROOKLYN